Pomerini e tanto altro...

15 Novembre

 DSC0052POMERINI

La responsabile del centro ci ha abbandonati da un momento all’altro con un SMS e le tre dade, da Gennaio, si autogestiscono.

Abbiamo trovato i bambini ben curati e sorridenti, le dade partecipi, orgogliose dei miglioramenti ottenuti, e ben organizzate : tutto era ordinato. Marina, che un anno e mezzo fa camminava a fatica tra le parallele, mi riconosce e mi corre incontro in punta di piedi, trattengo a stento la commozione. Dada Veronica mi dice che, visto i risultati ottenuti, hanno deciso autonomamente di ritirare le parallele che avevamo montato di fronte alla sua capanna e di montarle a casa di Jacopo perché ora servono a lui. Non solo, hanno applicato la procedura concordata assieme: hanno fatto firmare il contratto ai genitori! Questo episodio è un puzzle che finalmente si compone grazie al lavoro di tutti quelli che in questi anni ci hanno creduto. Non è da considerarsi banale, ma un traguardo faticosamente raggiunto…a questo punto davvero mi commuovo.
 
Dopo pranzo ci sono le attività più ludiche… sembra tutto un po’ troppo organizzato, ci sarà sotto qualcosa? La mia presenza? La sgridata appena ricevuta da Mamma Bruna?
Ritorno nella realtà Africana con le sue assurdità quando, durante i giochi con la palla le dade competono con i bimbi travolgendoli correndo da una parte all’altra della palestra.
 
I bimbi hanno fatto progressi molto importanti: Alex ha imparato a mangiare da solo utilizzando la manina che meglio risponde ai comandi, alcuni adesso riescono a gattonare altri ad alzarsi in piedi e a camminare, addirittura Marina ci corre incontro (un anno fa camminava a fatica tra le parallele), Adja si lava i vestiti, altri comunicano con un gesto il bisogno di andare in bagno , tutto sembra funzionare…
 
 
EQUILIBRI INSTABILI
 
Jacopo ha circa sei anni ma ha l’aspetto di un bimbo di due…la testa grossa e pesante ed un rallentamento motorio lo rendono molto instabile. L’anno scorso le dade si erano poste come obbiettivo il miglioramento del controllo del tronco da seduto… Adesso Jacopo ha imparato ad alzarsi in piedi e compie qualche passo con le braccia aperte per non perdere l’equilibrio avanzando lentamente lentamente. Sembra che cammini su uno stretto sentiero tra due precipizi; il momento è serio e commuovente ma la sua concentrazione e precisione nei movimenti per non perdere l’equilibrio mi fa scoppiare a ridere.
La mamma di Jacopo, consapevole dei miglioramenti ci ringrazia.
                                                                3  4 
IL SALUTO DEI BAMBINI
 
Il bambino corre incontro all’adulto accennando il saluto con le manine alzate. Il saluto si compie quando l’adulto si china e il bambino pone le sue manine sul capo dicendo “shikamo”. Ogni bimbo della Nyumba Ali ha personalizzato il saluto creandone uno tutto suo: c’è chi si alza in piedi traballando, chi si punta sulle ginocchia, chi utilizza solo la manina, quella meno colpita, poi c’è Danieli che pone il suo piedino sul capo dell’adulto, non può pronunciare il saluto ma offre il suo sorriso travolgente.
 
  5 6 7
 
VI RICORDATE VASCO?
 
Due anni fa abbiamo investito molto sul suo inserimento scolastico, ostacolato dalla scuola, dalla famiglia e anche dalle difficoltà oggettive: viveva infatti con la nonna lontano dalla scuola, gattonava e non camminava. Alla prima visita presso la sua capanna, lo abbiamo sorpreso mentre stava zappando nei campi. Abbiamo comunque deciso di batterci per lui e gli abbiamo fornito una carrozzina speciale che si guida con le mani, abbiamo fatto vari incontri con il preside ed i maestri e finanziato la costruzione di un bagno solo per lui presso la scuola.
È stato un grande rischio in quanto sia la famiglia che la scuola non sembravano realmente interessati ad intraprendere questo progetto, ostacolato inoltre dalla distanza che rende difficoltosi i controlli.
Dopo 2 anni dall’inserimento abbiamo fatto una visita a sorpresa e con grande gioia e stupore il bagno è una realtà, è più bello di una casetta africana e Vasco era a scuola contornato dagli altri bimbi.
 
8